Graffe senza patate

“Non tutte le ciambelle riescono con il buco”, ma le mie graffe sì! E sono buonissime. Vi passo la mia ricetta per fare delle graffe senza patate sofficissime proprio come quelle del bar. Versione fritta e al forno.

Difficoltà:
Media
Cottura:
Preparaz.:
Costo:
Basso
Graffe senza patate

Graffe senza patate o con, zeppole e ciambelle; a Carnevale non possono mancare, questa volta vedremo come preparare delle gustosissime graffe senza patate, soffici e profumate proprio come quelle del bar.

In questa ricetta vi spiego come fare delle graffe senza patate, sofficissime ciambelle napoletane con buco, sia nella versione fritta che in quella al forno. Con questo impasto e con questi tempi di lievitazione, le graffe non assorbono olio, restano soffici e gonfie come nuvole.

Le graffe napoletane insieme alle chiacchiere, il migliaccio e le castagnole sono i dolcetti tradizionale del Carnevale. Le ciambelline, inoltre, sono perfette anche ai compleanni dei bambini, magari ripiene di cioccolata o crema.

A voi cosa ricordano le graffe? Per me rappresentano le giornate spensierate al luna park e allo zoo con la mia famiglia. Quando mio padre mi comprava quella graffa piena di zucchero per me era gioia pura. Il primo morso era decisivo per assaporarla al meglio, le labbra piene di zucchero e in bocca una nuova soffice e golosissima.

Con le dosi indicate ricaverete circa 18-20 graffe grandi.

Materiali utilizzati

  • Ciotola
  • Pellicola trasparente
  • Mattarello
  • Due coppa pasta di dimensioni diverse
  • Carta da forno
  • Padella con bordi alti e fondo spesso
  • Carta assorbente

Ingredienti per 10 persone

❯ Per le graffe senza patate occorre:

❯ 150 gr di farina 00

❯ 150 gr di farina manitoba

❯ 125 ml di latte tiepido

❯ 40 gr di zucchero

❯ 40 gr di olio di girasole

❯ 35 gr di fecola di patate

❯ 6 gr di lievito di birra

❯ un uovo

❯ ½ bustina di vanillina

❯ ½ arancia grattugiata

❯ Per friggere occorre:

❯ olio per friggere

❯ Per decorare occorre:

❯ zucchero semolato

Procedimento

Come fare le graffe senza patate

1. Versate lo zucchero in una ciotola.

graffette ricetta senza patate

2. Aggiungete il latte tiepido e mescolate fino a sciogliere completamento lo zucchero.

ricetta delle graffe senza patate

3. Unite anche il lievito di birra e mescolate ancora.

graffe senza patate e senza farina manitoba

4. Aggiungete anche l’olio.

ricetta delle graffe napoletane senza patate

5. Ora versate l’uovo sbattuto, la vanillina, la fecola di patate e la scorza dell’arancia. Mescolate il composto.

come si fanno le graffe senza patate

6. Infine incorporate la farina e amalgamate il tutto.

7. Quando il composto si sarà addensato trasferitelo su un piano di lavoro e continuate ad impastare con le mani, fino ad ottenere un panetto elastico e omogeneo.

ciambelle

8. Quando l’impasto non si sarà attaccherà più alle mani adagiatelo in una ciotola e copritelo con una pellicola trasparente. Fate riposare il comporto per almeno un’ora e mezza in un luogo caldo e asciutto.

9. Trascorso il tempo necessario, stendete l’impasto in una sfoglia dallo spessore di mezzo centimetro.

ricetta krapfen al forno

10. Create ora le ciambelle. Con il coppapasta grande create la forma delle graffe e con quello piccolo il buco al centro.

graffe napoletane da pasticceria

11. Rimpastate di nuovo i ritagli dell’impasto, fatelo riposare 10 minuti e ristendetelo per formare altre graffe.

graffa napoletana

12. Disponete le graffe senza patate su carta da forno e copritele con pellicola o con un panno. Lasciate riposare le graffette per un’altra ora o fino a quando le graffe non saranno raddoppiate di volume; questo dipenderà dalla quantità di lievito e dalla temperatura della stanza. Volendo potete far lievitare le graffe in forno spento e con la luce accesa.

ciambelle facili e veloci

13. Per friggere le graffe versate abbondante olio in una padella e quando questo inizierà a friggere calate le ciambelline. Cuocete la graffa per un paio di minuti, fino a quando non prenderà colore; poi giratela per cuocerla anche dall’altro lato.

graffe senza patate come quelle del bar

14. Mano mano che tirate su le graffe lasciatele asciugare su carta assorbente.

graffe come al bar senza patate

15. Quando le graffette senza patate sono ancora calde, immergetele nello zucchero cosi da cospargere tutta la superfice.

ciambelle fritte senza patate

16. Gustate le graffe senza patate quando sono ancora calde.

ciambelle fritte dolci

come fare le ciambelle

ciambelle senza patate

Stagione ideale

Le graffe napoletane vengono preparate soprattutto in vista del Carnevale, ma anche per feste in famiglia, o come merenda golossissima per i bambini.

Conservazione

Vi consiglio di mangiare le graffe in giornata, ma se dovessero avanzare basterà riscaldarle un po’ nel microonde o in padella; conservatele in una busta per alimenti per massimo tre giorni. Le graffe cotte si possono anche congelare e riscaldarle appena scongelate.

Il consiglio in più

  • Se non avete coppapasta potete usare un bicchiere e una tazzina oppure una tazzina e un tappo di bottiglia, insomma due forme tonde una grande e una più piccolina.
  • Come avete visto io ho impastato tutto a mano perché la consistenza è elastica e non pesante; volendo potete usare anche una planetaria.
  • Meglio mettere sempre poco lievito e allungare i tempi di lievitazione.
  • Per una buona frittura mettete poche ciambelle per volta, non alzate troppo la fiamma e girate più volte le graffe per farle cuocere uniformemente.
  • Se avete problemi con la frittura e avete paura che le frittelle si attacchino tra loro procedete in questo modo. Fate lievitare le graffe su ritagli di carta da forno; quando l’olio sarà caldo immergete la graffa con tutta la carta, poi piano piano la tirate via.

v

 

ciambelle morbidissime

 

ciambelle morbide

ciambelle ricette

Idee e varianti

  • Graffe senza patate al forno. Per avere ciambelline più leggere e senza olio, potete cuocerle in forno statico a 180° o in forno ventilato a 170° per 15 minuti.
  • Con lo stesso impasto potete fare anche i bomboloni, basta non fare il buco al centro; poi dopo averli passati nello zucchero potete farcirli con una siringa da pasticciere.
Dai un voto a questa ricetta
[Totale: 0 Media Voto: 0]
LASCIA UN COMMENTO »