advertisement

Come conservare la pasta fresca

Monica Della Ragione 26 Luglio 2023

Scopri come conservare la pasta fresca fatta in casa per mantenerne la freschezza e la bontà nel tempo. Utili consigli su come conservarla in frigo, freezer e mediante essiccazione. Inoltre, scopri anche come conservare la pasta fresca ripiena e come cuocere la pasta fresca congelata per ottenere sempre un risultato perfetto.

Come conservare la pasta fresca

Il ritmo frenetico dei giorni nostri ha favorito i pasti pronti e le soluzioni veloci in cucina, lasciando in disparte quelle realtà tradizionali a cui bisogna dedicare tempo, amore e passione.

Tra queste leccornie tipiche c’è senza dubbio la pasta fresca, quell’alimento che nulla ha a che vedere con la pasta secca largamente consumata e distribuita in commercio. In molti si lasciano scoraggiare dal preparare pasta fresca in casa perché convinti che la conservazione sia più difficile di quel che sembra, in realtà non c’è nulla di più sbagliato.

Qui di seguito alcun utili consigli su come conservare la pasta fresca.

Conservare pasta fresca in frigo

Il frigorifero solleva da un bel po’ di drammi in cucina, questo elettrodomestico permette infatti ti tenere in un luogo fresco e asciutto gli alimenti, così da garantire la loro freschezza nel tempo ed evitare che vadano a male. Il frigo si rivela un fedele alleato anche nella conservazione della pasta fresca.

Per garantire una lunga conservazione all’alimento basterà distribuire la preparazione su dei vassoi e ricoprirli con un canovaccio, successivamente la pasta va trasferita in un contenitore con chiusura ermetica. Questa soluzione consente di conservare la pasta fresca per un paio di giorni.

congelare pasta fresca

Conservazione pasta fresca in freezer

Un altro potente alleato delle conservazioni culinarie è senza dubbio il freezer, che ha il vantaggio di congelare gli alimenti e permette di tirarli fuori in piena freschezza solo nel momento necessario.

Per conservare la pasta in freezer è necessario che prima riposi nel frigorifero, affinché si raffreddi a sufficienza, e una volta raggiunta la temperatura è possibile conservarla in freezer all’interno di sacchetti per gli alimenti. Questo metodo si rivela vincente se si ha la certezza di consumare in pochi giorni la pasta fresca prodotta.

Essiccare la pasta fresca fatta in casa per conservarla

Un metodo meno diffuso ma davvero efficace è quello che prevede l’essiccazione della pasta fresca. Quest’ultima può essere essiccata vicino a qualunque fonte di calore domestico, dal termosifone al forno, per circa un’ora o fino al completo assorbimento dell’umidità. Una volta essiccata a sufficienza la pasta fresca può essere conservata fino a 30 giorni.

come conservare la pasta fresca

Conservare pasta ripiena sbollentandola

Per gli italiani la pasta è una vera e propria cultura e ogni regione ha le proprie tipicità gastronomiche. La pasta, infatti, non si limita ai soli tagli più diffusi, come spaghetti o penne rigate, ma prevede anche paste ripiene come i ravioli o i tortellini.

La pasta fresca ripiena prevede un altro metodo di conservazione, e cioè di essere conservata sbollentata, vediamo come: basterà immergere la pasta fresca in acqua giunta a bollore con un filo d’olio e aspettare che salga a galla. Una volta asciutta e raffreddata può essere conservata in frigo per diversi giorni.

Come cuocere la pasta fresca congelata

Ora che abbiamo individuato le tecniche per poter conservare più a lungo la nostra pasta fresca, bisogna affrontare un altro argomento: la cottura della pasta fresca congelata.

Per prima cosa bisogna utilizzare una pentola grande a sufficienza, e dai bordi molto alti, da mettere sul fuoco fin quando non giunge a bollore l’acqua. A questo punto bisogna salare l’acqua e immergere la pasta fresca appena presa direttamente dal freezer. L’unica differenza con la pasta fresca non refrigerata, è che la pasta congelata richiede il doppio tempo di cottura.

Commenta »

WordPress Lightbox Plugin