Orecchiette fatte in casa

Certe volte ci vuole più tempo per pensare che per agire. È come per le orecchiette fatte in casa; bastano 2 ingredienti e un po’ di manualità per ottenere una pasta fresca buonissima.

Difficoltà:
Molto bassa
Cottura:
Preparaz.:
Costo:
Molto basso
Orecchiette fatte in casa

Le orecchiette sono un tipo formato di pasta fresca conosciuta in tutto il modo, che hanno origine dalla cucina gastronomica pugliese.

Un impasto fatto solo con semola di grano duro, acqua e un pizzico di sale. La loro forma è indistinguibile e inimitabile: una figura tonda e conca come quella di un’orecchia o come quella di una conchiglia, rugosa esternamente e più liscia verso l’interno. Questa sua porosità la rende perfetta per accogliere qualunque tipo di condimento.

Le orecchiette pugliesi tradizionali sono rigorosamente fatte a mano e poi condite con cime di rape o un semplice sugo con carne macinata.

Vediamo come fare le orecchiette passo passo.

Materiali utilizzati

  • Tagliapasta
  • Coltello o tagliere per orecchiette

Ingredienti per 4 persone

❯ 400 gr di semola di grano duro

❯ 200 gr di acqua

❯ un pizzico di sale

Procedimento

Come fare le orecchiette

1. Per fare le orecchiette fatte in casa versate la semola su una spianatoia pulita.

ricetta orecchiette

2. Formate una fontana al centro della farina e aggiungete il sale e l’acqua a temperatura ambiente.

ricetta orecchiette pugliesi

3. Iniziate ad amalgamare il composto con le mani iniziando dal centro e man mano inglobando tutta la semola. Continuate ad impastare fino a formare un panetto compatto.

orecchiette pugliesi ricette

4. Date all’impasto una forma rotonda, avvolgetelo in un canovaccio e lasciatelo riposare per 15 minuti a temperatura.

5. Trascorso il tempo necessario, tagliate l’impasto con un tagliapasta e formate dei filoncini dello spessore di un centimetro. Tagliate poi i filoni in pezzetti lunghi un centimetro.

orecchiette fatte a mano

6. Ora, usando un coltello a lama liscia o l’apposito utensile, formate le orecchiette. Trascinate il pezzetto d’impasto sulla spianatoia infarinata con il coltello, poi rigiratela per formare la conchiglia. Potete provare anche con il pollice.

strascinate pugliesi

7. Continuate in questo modo con tutti l’impasto; vedrete che man mano le vostre orecchiette pugliesi saranno sempre più belle.

pasta fresca pugliese

8. Ma mano che create le orecchiette distribuitele su un piano infarinate. Le orecchiette si cuciono in acqua salata in 5 minuti.

orecchiette pugliesi

Stagione ideale

Sempre.

Conservazione

Se volete conservare le orecchiette allora dovete seccarle. Per fare questo copritele con un canovaccio per una notte, poi spolveratele di semola, fino a renderle dure. A questo punto potete conservarle in frigo per 2-3 giorni, oppure potete congelarle.

Idee e varianti

Esistono anche le orecchiette piatte chiamate “strascinate”, cioè vengono fatte scivolare sul tavolo senza essere rigate.

Curiosità sulle orecchiette

In Puglia vengono chiamate anche “recchie o recchietelle”, perché ricordano la forma dell’orecchio.

Dai un voto a questa ricetta
[Totale: 1 Media Voto: 5]
LASCIA UN COMMENTO »