advertisement

Come cucinare le patate

Monica Della Ragione 16 Luglio 2023

In questo articolo vedremo come cucinare patate e metodi di cottura,; come le diverse caratteristiche di ciascuna varietà la rendono adatta a specifiche ricette. Vengono poi proposti diversi modi per preparare le patate, dal forno al microonde, al cartoccio, alla pentola a pressione e alla cottura dolce.

Come cucinare le patate

Le patate sono tuberi incredibilmente versatili, amati in tutto il mondo e utilizzati in svariate delizie culinarie. La domanda su come cucinare le patate può avere innumerevoli risposte, date le molteplici modalità di cottura: fritte, lessate, al vapore o cotte al forno, le patate si trasformano sempre in un piatto delizioso.

I tuberi non sono tutti uguali: infatti, esistono molte varietà di patate, ciascuna con caratteristiche uniche che la rendono più o meno adatta a certe ricette. Le patate si possono dividere in cinque principali tipologie, in base al colore della buccia e alla consistenza della polpa.

Le patate a pasta bianca, ricche di amido e farinose, si sbriciolano durante la cottura, il che le rende ideali per il purè, le crocchette e gli gnocchi.

Al contrario, le patate a pasta gialla mantengono meglio l’umidità, quindi sono perfette per essere bollite, arrostite o cotte al vapore.

Le patate a buccia rossa hanno una polpa chiara e soda, ottima per la frittura e la cottura al cartoccio. Poi ci sono le patate novelle, che vengono raccolte prima della completa maturazione, con la loro buccia sottile e una consistenza morbida, si prestano a essere cotte arrosto o in padella. Infine, le patate dolci, diverse dalle patate comuni, hanno una polpa delicata di colore arancione chiaro, ideale non solo per i dolci.

Sul come fare le patate, le opzioni sono innumerevoli: dalle patatine fritte al gateau, dalle vellutate alle insalate fredde. Non si limitano a essere un eccellente contorno, ma arricchiscono anche pizze, focacce, primi piatti, oltre a donare consistenza a zuppe e minestre.

Come pulire patate

Per preparare le patate cominciate da un semplice passo: la pulizia. Iniziate lavando attentamente le patate per rimuovete eventuali residui di terra, asciugatele r rimuovi eventuali germogli sulla superficie. Puoi decidete se cucinarle con la buccia o pelarle.

Se scegli di pelarle, potete bollirle in acqua salata, farle raffreddare in acqua fredda e poi togliere la buccia con le dita; o sbucciarle da crude con un pelapatate o un coltello.

Patate al forno

Le patate cotte al forno sono perfette per accompagnare il pollo o il pesce e, se condite correttamente diventano un contorno divino.

Non c’è niente di complicato nel processo: lavate, sbucciate e tagliate le patate come preferite, poi mettetele in una ciotola con acqua e sale per rimuovere l’amido. Una volta scolate e asciugate, disponetele su una teglia rivestita di carta da forno. Conditele con rosmarino, aglio, sale, pepe e un po’ d’olio. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti, mescolando occasionalmente.

Patate al microonde

Non sapevate che potete fare ottime patate anche nel microonde? Questa volta, usate una mandolina per ottenere fette uniformi, risciacquatele e asciugatele, poi cuocete per 4-5 minuti a 800W. Diventeranno dorate e croccanti come patatine in busta. Aggiustate di sale e godetevi come spuntino.

come preparare le patate

Patate al cartoccio

E che ne dite di patate al cartoccio? Questa ricetta bavarese massimizza il sapore delle patate, in quanto la stagnola trattiene tutti gli aromi. Dovete semplicemente lavare e asciugare le patate, avvolgerle in carta d’alluminio e metterle in forno su una teglia per 60 minuti a 200°.

Mentre le patate cuociono, potete preparare una crema di erba cipollina, sale e pepe. Una volta aperto il cartoccio, tagliate le patate a metà, aggiungete la crema e servite.

Patate in pentola a pressione

Iniziate con il lavaggio delle patate, ma non rimuovete la buccia. Collocatele nella pentola a pressione, riempitela con acqua fredda e chiudetela. Una volta che la pentola comincia a fischiare, impostate un timer per 15 minuti. Successivamente, rilasciate il vapore aprendo la valvola. Quando la pentola è sicura da aprire, fatelo e lasciate che le patate si raffreddino un po’. A questo punto, potete sbucciarle. Ecco, le vostre patate sono pronte per essere gustate così come sono, o per essere incorporate in altre ricette a vostra scelta.

Patate duchesse

Se state cercando un modo divertente per preparare patate croccanti al forno, non limitatevi alle crocchette: provate le eleganti patate duchesse. Questa ricetta francese utilizza un mix di patate lesse, tuorli, burro e parmigiano, che viene spremuto in una teglia per formare piccoli ciuffetti. Questi bocconcini di patate sono perfetti come contorno o per un buffet di festa, decorati con olive, carote o prosciutto crudo.

Come cucinare le patate dolci

Queste patate hanno un sapore più dolce rispetto alle comuni, simile a zucca o carote. Questa particolarità le rende perfette per piatti dolci e salati come zuppe, torte salate e dessert.

Vellutata di patate dolci

La vellutata di patate dolci è un piatto caldo e avvolgente, perfetto per unire la dolcezza delle patate a sapori speziati. Ingredienti: 1 kg di patate dolci, 200g di porri, 4 fette di pancetta affumicata, 100g di Caprini Freschi Président, 1l di brodo vegetale, una noce di burro, paprika, olio extra vergine d’oliva e sale.

Pulite i porri, tagliateli a rondelle, e fateli appassire in un tegame capiente con burro e olio. Nel frattempo lavate, sbucciate e tagliate a cubetti le patate dolci, mettetele nel tegame con i porri e il brodo, regolate di sale e cuocete a fiamma bassa per 20 minuti con il coperchio. Riducete il composto a crema con un mixer, addensatelo sciogliendovi i Caprini Freschi e condite con un pizzico di paprika. In una padella a parte, rosolate le fette di pancetta da entrambi i lati fino a renderle croccanti, poi servite la vellutata in piatti individuali, guarnendo con una fetta di pancetta.

Le patate dolci sono ottime anche grigliate, o per preparare deliziosi soufflé arancioni o come ripieno di una torta salata di pasta brisée.

Un modo creativo e appetitoso di usarle è come base per dei toast vegetariani: basta tagliare le patate a fette spesse 1 cm senza sbucciarle, metterle su una teglia e condire con olio, sale e pepe; cuocetele in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti e poi farcitele con avocado e salmone affumicato o spinaci e uova in camicia.

Commenta »

WordPress Lightbox Plugin