Baccalà fritto

Il baccalà fritto è un secondo piatto a base di merluzzo dissalato, un piatto della tradizione buono tutto l’anno anche se si è affermato come secondo piatto tipico natalizio.

Difficoltà:
Molto bassa
Cottura:
Preparaz.:
Costo:
Basso
Baccalà fritto

Preparate del buon baccalà fritto se avete degli amici a cena o se volete preparare una ricetta semplice da mangiare, stile finger food. Tempo addietro il baccalà era considerato un cibo per poveri, veniva cotto in umido oppure con patate al forno; oggi invece questo particolare pesce è ritornato sulle nostre tavole affermandosi come ingrediente prelibato cucinato da tutti i migliori cuochi al mondo.

Materiali utilizzati

  • Scolapasta
  • Padella per friggere
  • Carta assorbente da cucina

Ingredienti per 4 persone

❯ 800 gr di stoccafisso o baccalà

❯ 100 gr di farina

❯ 1 limone

❯ sale a piacere

Procedimento

Come cucinare il baccalà fritto

1. Dopo che il baccalà è stato a bagno per almeno un giorno lasciatelo asciugare in una scolapasta;

baccala-fritto-01

2. Successivamente infarinatelo con farina e friggetelo in padella con abbondante olio bollente;

baccala-fritto-02

3. Appena i pezzetti di pesce saranno dorati lasciateli asciugare in un piatto con carta assorbente da cucina;

4. Aggiungete a piacere del limone e mangiateli caldi e profumati.

Vi assicuro che questa semplice ricetta vi piacerà moltissimo.baccalà fritto

Stagione ideale

Ottimo tutto l’anno ma è tradizione mangialo d’inverno e d’autunno e soprattutto durante le festività Natalizie.

Il consiglio in più

  • Se avete comprato lo stocco, baccalà o murzelle dovete metterle in acqua fresca per almeno un giorno, meglio ancora se cambiate l’acqua più volte al giorno. Con questo procedimento il pesce acquistato diventerà più molle e spugnoso e si cucinerà più velocemente. Questa procedura di mettere a spugnare lo stocco si usa “scaricare” il pesce dal sale, altrimenti sarebbe troppo salato per essere mangiato in qualunque modo.
  • In alternativa potete preparare la frittura con la pastella per fritti, mescolando insieme farina, un pizzico di pepe, lievito e acqua tiepida.

Qual è la differenza tra baccalà e murzelle?

La parola murzelle o morzelle è utilizzata in Campania, in particolare nella provincia di Napoli. Con questo termine si definiscono gli scarti del baccalà (o stoccafisso), in pratica le murzelle sono dei pezzettini più piccoli e con meno carne.

Dai un voto a questa ricetta
[Totale: 2 Media Voto: 5]
LASCIA UN COMMENTO »